Home >> Indagini Banca d'Italia

Osservatorio Cred.it
Osservatorio Annuale
Osservatorio Mensile
Osservatorio Europeo
Indagini Banca d'Italia

Per finalità di analisi economica la Banca d'Italia conduce indagini campionarie periodiche che coinvolgono le famiglie, le imprese, alcuni intermediari. Le caratteristiche salienti e i principali risultati sono illustrati in specifici fascicoli dei Supplementi o in altre pubblicazioni periodiche.

Indagine sui bilanci delle famiglie italiane

La pubblicazione illustra i principali risultati desunti dai dati dell’indagine sui bilanci delle famiglie italiane, condotta dalla Banca d'Italia, a partire dagli anni '60, con l'obiettivo di raccogliere informazioni sui redditi e i risparmi delle famiglie italiane.

In particolare, sono fornite informazioni su struttura, reddito, ricchezza, indebitamento, diffusione delle attività finanziarie, utilizzo degli strumenti di pagamento e abitazioni delle famiglie italiane.

Scarica tutti i documenti


Indagine sulle imprese industriali e dei servizi

La Banca d'Italia, avvalendosi del contributo delle Filiali, conduce indagini campionarie sulle imprese dal 1972.

Fino al 1998 venivano considerate le sole imprese della trasformazione industriale con 50 addetti e oltre. Nel corso degli ultimi anni, il campo di osservazione si è ampliato, estendendosi, dal 1999, al complesso delle imprese manifatturiere e ai settori estrattivo e dell'energia, e dal 2001 anche alle imprese con 20-49 addetti. Dal 2002 è stata avviata un'analoga indagine sulle imprese dei servizi privati non finanziari con 20 addetti e oltre.

I risultati, utilizzati per l'analisi economica e regolarmente commentati nella Relazione annuale, a partire dall'indagine riferita al 2003 sono pubblicati in un apposito fascicolo della collana dei Supplementi. Elaborazioni statistiche sui dati raccolti presso le imprese, a partire dal 1984, sono possibili, per scopo di ricerca, tramite il sistema di elaborazione a distanza BIRD.

Scarica tutti i documenti


Sondaggio congiunturale sulle imprese industriali e dei servizi

Il sondaggio, condotto all’inizio dell’autunno di ciascun anno con l’ausilio delle Filiali della Banca, si rivolge alle imprese italiane dell’industria e dei servizi con almeno 20 addetti.

Il questionario, di natura prevalentemente qualitativa, comprende domande su investimenti, ordini e fatturato, indebitamento, livelli occupazionali, andamenti salariali e altri quesiti riguardanti l’evoluzione congiunturale. I risultati, di norma commentati nell’edizione autunnale del Bollettino Economico della Banca d'Italia, a partire dall’anno 2006 sono pubblicati in un apposito fascicolo della collana dei Supplementi. Elaborazioni statistiche sui dati raccolti presso le imprese sono possibili, per scopo di ricerca, tramite il sistema di elaborazione a distanza BIRD.

Scarica tutti i documenti

Indagine sulle aspettative di inflazione e crescita

Dal 1999 la Banca d’Italia e il quotidiano Il Sole 24 Ore conducono un’indagine trimestrale sulle aspettative di inflazione e crescita.

Il campione è di norma composto da circa 500 imprese con 50 addetti e oltre, attive nei principali settori dell’economia con esclusione dell’agricoltura e delle costruzioni. Le rilevazioni sono condotte nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. I principali risultati sono riassunti in un articolo pubblicato su Il Sole – 24 Ore; contestualmente, le tavole statistiche di dettaglio ed un breve commento economico sono pubblicate sul sito Internet della Banca d’Italia.
Dal dicembre del 2006 all’illustrazione dei risultati dell’indagine è dedicato uno specifico fascicolo della collana dei Supplementi.

Scarica tutti i documenti

Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia

La Banca d'Italia ha avviato, a partire da marzo 2009, la pubblicazione di un Supplemento al Bollettino Statistico che, a frequenza trimestrale, riporta i risultati di un sondaggio presso un campione rappresentativo di agenti immobiliari sullo stato del mercato residenziale in Italia, condotto congiuntamente con Tecnoborsa e, a partire dall'edizione relativa al terzo trimestre 2010, dall'Agenzia del Territorio (dal dicembre 2012 incorporata nell'Agenzia delle Entrate).

Il rapporto descrive le opinioni degli operatori sull'andamento delle compravendite di immobili residenziali, delle quotazioni nel trimestre di riferimento rispetto al precedente e sulle prospettive a breve termine locali e nazionali.

Scarica tutti i documenti

Indagine sul credito bancario (BLS)

L'indagine ha preso il via nel gennaio del 2003 ed è condotta dalle banche centrali nazionali dei paesi che hanno adottato la moneta unica in collaborazione con la Banca centrale europea. Si rivolge ai responsabili delle politiche del credito delle principali banche dell'area (oltre 140); per l'Italia partecipano le capogruppo di otto gruppi creditizi.

L'indagine consente di evidenziare in maniera distinta, da un lato, i fattori che influenzano l'offerta di credito nonché i termini e le condizioni praticate alla clientela e, dall'altro, l'andamento della domanda di credito con le relative determinanti.

Il questionario, rivisto a partire dal primo trimestre del 2015, contiene ventidue domande con risposta multipla suddivise in due sezioni: una si riferisce ai prestiti concessi alle imprese, l'altra al credito concesso alle famiglie (per l’acquisto di abitazioni e per il credito al consumo e altre categorie di prestiti). È inserita inoltre una domanda "aperta" con la quale gli intermediari possono evidenziare aspetti congiunturali del mercato del credito non contemplati negli altri quesiti. I responsabili del credito sono chiamati a esprimere valutazioni sia sugli andamenti del trimestre trascorso sia sulle prospettive per quello successivo.

Le modifiche al questionario introdotte ad aprile 2015 includono sia l’inserimento di nuove domande, due per ogni categoria di prestiti, sia la modifica di alcune già presenti oltre all’aggiornamento della Guida alla compilazione (ora inclusa nel questionario). Delle nuove domande, una riguarda la variazione della quota di domande di prestito respinte, l’altra è relativa ai fattori che influenzano i termini e le condizioni di erogazione dei prestiti. Nel file contenente i risultati è presente una panoramica di raccordo dei cambiamenti intercorsi al questionario.

Scarica tutti i documenti


<<pagina precedente - Home